PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Poesie sulla solitudine

Pagine: 1234... ultimatutte

Tornare

Venni chiamato che ero altrove
sono tornato
perchè grande
è la forza del sangue

Inseguire aquiloni
facce
che si slavano nel tempo
sono tornato
accarezzando colli e tornanti
ad ogni svolta un ricordo

Alzo la mano verso
chi ci ha fatto del male
il cerchio si chiude
e ne comincia un altro
esser liberi significa
tornare
e poi rinunciare

   2 commenti     di: ciro giordano


Auto biografa

Ho sempre vissuto nella notte e per la notte, solo, tra le grida de mio silenzio.
Ho provato ad alleviare l'oscurità sostituendo il dolore dell'anima con quella del mio corpo, ma gli anestetici durano troppo poco, per una ferita che sanguina da sempre. Tante volte ho desiderato far parte di quell'oscurità che tanto odiavo per uccidere la morte che avevo dentro e io con lei.
Solo la speranza mi

[continua a leggere...]

   1 commenti     di: Felice Sidari


Piangerei nuda in una stanza

Piangerei nuda in una stanza
Tra i baci e campi di grano
Piangerei nuda in una stanza
Sfiorando quel vento profano
Che ti colpisce nelle ossa
Finché l'anima non possa;
Rimarrei inerme e in amore
Con le gambe scorticate
Tra i feretri di questa vita
Che come bimbe ammaliate
Ci ha condotte in un rossetto
Sedute su un muretto
Ad osservare fiori di rovo
Con gli occhi ingranditi
Perdendo

[continua a leggere...]



Clochard

Si gela stasera, la strada è deserta
son spente le insegne, dan luce i lampioni
la neve che avvolge è stesa a coperta
il vecchio è seduto in mezzo ai bidoni

con gli abiti lisi ed un lercio cappotto
le scarpe bucate son prive di stringhe
è triste il suo viso non ha un bel'aspetto
sarà forse il freddo ma pare sia esangue

si fa ancora un sorso, il vino è ormai poco
sistema i carton

[continua a leggere...]

   2 commenti     di: andrea


Vecchio vecchio vecchiosoli

Come son vecchio,
Come son vecchio,

potrei darmi delle gran pennellate

di colore vivo

sul corpo,

rimarrei sempre

come quel ramo

bruciato dal gelo

nell’orto.

scavare nella roccia dei miei pensieri

non servirebbe a niente.

io mi porto dentro

gli anni che non ho,

le lacrime mai versate,

le parole mai dette.

e voi ridete pure,

sciocche creature,

si,

[continua a leggere...]

   5 commenti     di: mario conforti



Pagine: 1234... ultimatutte



Cerca tra le opere

Poesie sulla solitudineQuesta sezione contiene poesie, pensieri e riflessioni sulla solitudine, poesie sul sentirsi soli