PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Sonetti

Pagine: 1234... ultimatutte

Poeta affranto

Piansi lacrima amara,
ti maledico, sensibile sorte,
esaurito, a corte
mi racchiusi in bianca e stretta giara.

Tentai reazione, cara,
ma più mossi, più mi ferii a morte
così strattonai forte
chiusi il coperchio della mia bara.

Poi rividi la luce penetrare,
nel buco impolverato,
aria di primavera respirare.

In qualche modo, sì ero rinato
da baco a volare,
farfalla senza pa

[continua a leggere...]

   2 commenti     di: alex


Fuor' d'ombrose pupille

Fuor' d'ombrose pupille un vascello esce,
per solcare i profondi ghïacciai
ch'unquanco furon' percepiti; il vai
da litanie accompagnato cresce;

ed il ritorno amaro fia; ed or' mesce
l'altrove in versi acerbi ch'i' cantai,
ed amai un tempo (quello in cui sognai)
sì lontano; ed or' non mi rïesce

d'ancor' cantar' senza vaghezza in cuore;
né dell'accompagnar' con lo mio sguardo;

[continua a leggere...]

   2 commenti     di: Roberto Fontana


I fiji

E me veni a di
fiji tuoi guai tuoi
e poi te la spassi ogni di
fin che puoi

Con quella lì
de li morti tuoi
che se la fa lì
fin quanto muoi

E l'anima volando
non trovando approdo
se ferma al fin smorzando

E ritrovando
alito a lu giovando
ti manda te mendicando.



Fotoricordo

Non so se aprire al riso oppure al pianto
pensando a come siamo, un po acciaccati,
e come invece un tempo siamo stati,
tu si me lo ricordo eri uno schianto,

completo in seta giallo ed amaranto
col capellino lilla, occhi truccati,
come eri bella il di che ci han sposati,
io invece stavo li sembravo un santo

che proprio mai nessuno ha festeggiato,
l'abito blu, le scarpe troppo strette

[continua a leggere...]

   5 commenti     di: augusto picci


Er pomodoro

l'innocenza de un bimbo su la strada
te fa penzà ch'er più grosso rimpianto
è che un giorno così come d'incanto
sarà grande e dovrai tenello a bada

sembra d'èsse un amico che t'aggrada
te stà vicino e mò te ne fai vanto
ma a l occasione domani stò santo
te mette er grugno e sfodera la spada

e che voi fa? beh, er monno è questo e basta.
L'ommini cianno ner drento de l

[continua a leggere...]




Pagine: 1234... ultimatutte



Cerca tra le opere

Questa sezione contiene una raccolta di sonetti