PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Sonetti

Pagine: 1234... ultima

L'apparizione

Sono solo le mortali passioni finite
Come vive immagini, passate
Realtà soave, ma tanto grave
Che vibrando l'animo ne è chiave

Sento e gusto ogni piccolo momento
Rivivendo con pensieri che solo par tormento
Li struggo cercando tra le vane idee
L'immagine di quelle splendide dee

Dea, amor e par che solo intorno sia
Di quello sguardo che passione era
Di quella magnifica atmosfera,

[continua a leggere...]

   7 commenti     di: diego panetti


sardinnia

Da Punta Negra a Capo Carbonara
e da Rena Majore a Spartivento
son ventiquattromilacinquecento
chilometri di lacrime e di terra amara

che il tempo ha reso di sorrisi avara
e dove anche il silenzio è sentimento.
Ci sarà un giorno per un rinnovamento
togliendo dai muretti la lupara?

Chiunque sia colui che vien dal mare
resterà sempre un'ospite gradito,
sacro e prosciolto da ciascun

[continua a leggere...]

   7 commenti     di: augusto picci


Il cammino del mondo

Sui tortuosi sentieri della vita
La Terra ruota attorno alla sua stella;
con la sua pelle azzurra e così bella
nell'immensità muove e va spedita.

Erto è il percorso giusto ch'ella addita,
la cupola blu a notte si costella
di luci sfolgoranti ed ammantella
ogni creatura sola e annichilita..

Ci accompagna alla meta misteriosa
tra prati in fiore e case di cristallo
dove ogni cosa è

[continua a leggere...]

   1 commenti     di: Verbena


Le misure del Guastafeste

Misure del Governo sono queste?
Queste gettan a terra la Nazione!
Luca non fa la prima colazione,
Michele sferza lo suo tono agreste,

Zia Angelina baratta 'na sua veste,
al nonno quattro soldi per pensione.
Chè brontolare? Tanto la gestione
è figlia del barbone... Guastafeste!

Smettete il canto, remunerate
empite le sue tasche... son vuote
poverine, retribuite a rate.

Un dì, o

[continua a leggere...]



Il fatto

Io sento na voce ne lo core battere forte
che m'adduce a laudare le tu' bele sembianze;
curve perfette han ben segnato la tua sorte
che fan linea co tutti li gusti san discordanze.

Giallo passir de li anni fuiti nun toglie
li colori de l'amore in vermiglio,
da farti seppur in età aver le doglie,
ed in questo mese d'april coglier lo miglio.

E lo fiore aprirsi bello e gentil
li occhi

[continua a leggere...]




Pagine: 1234... ultima



Cerca tra le opere

Questa sezione contiene una raccolta di sonetti