PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Sonetti

Pagine: 1234... ultimatutte

Nel dì del compleanno di Giuseppe

Quale la tua genìa che scese il monte
per fare di Partenope suo nido
tu scendi l’aere fino all’orizzonte
della vision pacata, in cui confido

anch’io in quei momenti di bisogno
di solida certezza, e se ragione
non mi acquieta il turbolento sogno.
Così, Giuseppe, tu mi sei di sprone

come in passato, all’ordine puntuale
di cui sei costruttore delicato
e a coltivare il genio na

[continua a leggere...]

   5 commenti     di: Nicola Saracino


Kant, la prova dell'esistenza de la noia pura

Fù er gran critico de la Ragion Pura
e disse "c'è na cosa ch'è sicura:
er gran problema de la Conoscenza
pe dicce ciò ch'è vero e ciò ch'è Scienza

se trova tutto indrento a la struttura
de la Ragione ma è un idea matura
pensà che n'è provata l'esistenza
de ciò che p'er filosofo è Sapienza

chè sta struttura è fatta d'idee innate
che sò, sì, Regole de l'Intelle

[continua a leggere...]



Cara libertà

Non sei in vendita, cara libertà!
Nessuno ti ha comprata né venduta,
sei stata solamente in dono avuta
da grande e misteriosa verità.

La lunga mano adunca ti vorrà
complottando alle spalle e mai veduta;
barattata col sangue d'una muta
anima che si spende a volontà.

Non è volere d'uomo né intelletto,
pura illuminazione dalla croce,
senza la quale nulla è al Suo cospetto.

V

[continua a leggere...]

   4 commenti     di: Verbena


Gioia che s'annusa

Ore dedicate
al nulla al tanto
che si fa strada

La sera si fa avanti
A ricercar di baci
ed occhi e poi mani
strisce d'emozioni che s'insinua

Sguardi d'incrocio
che svaniscono nel nulla
masticati momenti
preziosi di cose migliori
che fai andando e che hanno il gusto
il profumo della gioia che s'annusa

   4 commenti     di: Giulia Aurora


[Senza titolo]

Come quei rai che ammiravamo insieme,
così è fugace questo mio diletto,
che sfila giù dalla volta del petto,
preme l’anima al canto e dopo sceme.

Io non la cerco, di sua sponte viene,
(dal nulla imprime il tratto la matita)
credo sia inganno ma gioco è di vita
specchio di gioia d’amor e di pene.

Questa è Poesia, mio fragile cuore,
ed è il gioco di chi più di altri vive,
e

[continua a leggere...]

   4 commenti     di: Aldo Occhipinti



Pagine: 1234... ultimatutte



Cerca tra le opere

Questa sezione contiene una raccolta di sonetti