PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Sonetti

Pagine: 1234... ultimatutte

Visioni notturne

Mille violini e la voce mea stonata
ne l'aria se odono, pe' arrivar a te,
co lo vento mescendosi, calore te porta,
e fra tutte le stelle mo spuntate,

si l'unica pe' me veramente amata,
ne la luna vedo lo tu volto suadente,
na conchiglia mi fa sentì la tu' voce pacata,
su la spiaggia poi la lasso cadente.

Visioni doci visioni, in na notte speciale,
ed è tutta mea, me vedon sol, ma n

[continua a leggere...]



Dongy

Lo suono de le campane in festa si sente
fino a lo casale più lontano de lo paese,
lo don don da, stuzzicar fa l'amor ne la mente,
poi maturar pian piano pe' no' esse palese;

e no core co l'antro a l'unisono nun mente,
e accoppiatesi a la fin, è questione de no mese,
pe' sentir lo rogito primo de lo Esse vincente,
che a lo monno vene senza le dovute attese.

Germoglio, fiore piccino,

[continua a leggere...]



Mimesis

Corre d'attesa, voglia di paura
un ticchettio tremante risuona
nel rimbombante rumor di creature.
... Buio sta zitto col cuor scalpitante.

Piccolo augell in timore si lancia
mente se cade sù non tornerà,
m'al primo bacio rossastra è la guancia
più forte sul palco ritornerà.

Anime attendono quella finzione
tanto reale nell'essere suo,
vieta l'oscura cagion la reazione.

So

[continua a leggere...]

   1 commenti     di: Andrea Palestra


Sogno infranto

Nella serena notte soffia il vento;
mi sveglio all'improvviso esagitata,
con furore ha sbattuto la vetrata
uscita son dal sonno con spavento.

Avevo nel mio sogno il cuor contento;
vorrei rientrarvi, sono stata amata
da una persona bella e appassionata
nella luce di luna piena e argento.

Nel mio piumino caldo dolcemente,
vibrava la mia pelle alle carezze
che mancano da sempre nella me

[continua a leggere...]

   1 commenti     di: Verbena


Povero cuore

Povero cuore, tremi silenzioso
Tra grida frastornanti d'esultanza;
La notte ti regala nella stanza
Ore d'oblio del bene più prezioso.

Palpiti che l'intenso e melodioso
Vento, tra corde d'arpa suona e danza
In veli colorati di speranza,
Eleva nel profondo, inno gioioso.

Non vedi il cielo cupo tra le sponde
Delle lontane rive del tuo mare;
Tu gridi ma il tuo cielo non risponde.

Alz

[continua a leggere...]

   2 commenti     di: Verbena



Pagine: 1234... ultimatutte



Cerca tra le opere

Questa sezione contiene una raccolta di sonetti