PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Sonetti

Pagine: 1234... ultimatutte

Freddo invernale.

Freddo invernale, fitta nebbia e pioggia
concilian calde vampe di passione
ch'albergan nel mio cuor per la tenzone
ch'Amore tien con me se non m'appoggia.
Lui grande abilità a contender sfoggia
ma cela quanto è mala la sua azione
chè fingesi sommesso con finzione
ma subdolo corrode ovunque appoggia.
Dolce, nemico, meschino, gentile,
rincorre bene o mal perchè l'aggrada,
r

[continua a leggere...]

   5 commenti     di: Flavio Burni


La scelta

Quale sventura è la libertà mia.
Se già battuto avessimo il sentiero,
non errerebbe convulso il pensiero,
rimirando all'una e all'altra via.

E se anche della costa mutilati,
co' ogni vento sapremmo navigare
e sempre retto il timone in mare,
sicuri i veleggi in alto spiegati.

Ma qui s'accalcano troppi destini
e più s'increpa lo squarcio alla testa,
mille volti irrompono repentini,

[continua a leggere...]



Che notte quella notte

Da dritta no squillo de trombe lente
da manca na cavelleria avanza
no grido se fissa ne la mia mente
e corpi giaciono in abbondanza.

La follia ci porta all'arroganza
lo sangue da noi pur versato sente
e giustamente vendetta avanza
e al riattacco va immantinente.

Lo giorno cala il suo bel sipario
tutto tace eppure è ben tetro
sotto la luce lunare c'è Dario.

Che io tengo ne lo

[continua a leggere...]



Viaggio nel silenzio

Morbide le parole tue di seta,
scivolano nel cuore dolcemente;
son pacate carezze per la mente
che sgombra da tristezze ora si allieta.

Cammino sulla strada lenta e quieta
ed il pensiero vaga tra la gente;
zampillano fontane da sorgente
d'acqua pura indicando ignota meta.

Strappando dal vissuto ogni dolore,
come un albero spoglio d'ogni foglia
dorme aspettando il sole al primo albor

[continua a leggere...]

   3 commenti     di: Verbena


Si convertiranno

E si convertiranno ai bei sonetti
quelle tante persone che attualmente
pensan di fare versi assai perfetti
solo coi sentimenti della mente.

Sono le rime e i metri ben negletti,
perché costoro pensano che niente
possa eguagliare i tanto prediletti
moti d'anima, quello che uno sente.

(Negli anni giovanili anch'io credevo
di raggiunger così la verità,
quando su carta subito mettevo

[continua a leggere...]




Pagine: 1234... ultimatutte



Cerca tra le opere

Questa sezione contiene una raccolta di sonetti