PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Sonetti

Pagine: 1234... ultimatutte

Del paese mio

Giammai ti rivedrò com'eri allora
giunonica figura, indifferente
allo sferzante gelo di ponente
e al morso dell'estate che accalora

il tuo ricordo è qui, che mi addolora,
saperti ormai cosi poco accogliente
con le tue vie che odorano di niente
il bianco e il nero tingono l'aurora,

l'inedia ha soffocato ogni rumore
resta soltanto il fumo, le macerie
e i postumi del grande baccanale

[continua a leggere...]

   7 commenti     di: augusto picci


Il Vespro

Già la dolce oscurità scende.
e ora i miei pensier si calmano,
cala il sipario che s'arrende.
Drammї e tragedie terminano.

Or Si stingono all'animo bende,
e tutte le cose s'aggiustano
in questo mondo che tanto attende;
e scendono spiriti che ardano.

Candido è il vespro questa notte,
ed io mi sento ora come vivo,
non odo più le mїe speranze rotte.

Il ciel me lo mostra: i

[continua a leggere...]

   0 commenti     di: Luke


L'alieno

Scorrono leste l'umane stagioni,
sempre straziate dall'inetta gente
quando l'ingegno diviene morente
e meste crescono le delusioni.

S'odon i tuoni con forti esplosioni,
la terra trema, l'ansia nella mente,
salgon le fiamme com'astro nascente
tra atroci grida e infauste sensazioni.

Mentre fiorisce questo tristo pianto
avanza maestosa una figura
dal corpo cinto d'argenteo manto,

dur

[continua a leggere...]

   4 commenti     di: sergio


La nostra spiaggia

Complice luna, il tenue tuo chiarore
par suggerire, alla compagna schiva,
di abbandonar lo scoglio del pudore:
la brezza del piacere la ravviva,

mi stringe a sé, si tuffa dentro il cuore.
Quando l'ultimo abbraccio giunge a riva
con l'onde ardenti ed ebbre dell'amore,
son caldi, come panni all'afa estiva,

i nostri corpi... e tace la riviera.
Carezzo dolcemente i suoi capelli
ch

[continua a leggere...]



Finalmente pace

Remigio pe' valli e monti vo
a la cerca de lo Ego mio perso
senza de codesto già soffrivo
quanno intorno a me era terso

Finalmente in una fratta trovo
la cosa a me tanto cara che lume
fa a l'anema mea e pace provo
avendo finalmente trovato l'acume

Così lo passo indietro movendo
ne la civiltà me ritrovo contento
con amici vecchi de novo avendo

Tutto intorno a me fiorisce di già

[continua a leggere...]




Pagine: 1234... ultimatutte



Cerca tra le opere

Questa sezione contiene una raccolta di sonetti