PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Una poesia

Può una poesia incarnare la dottrina di una nuova religione? Pochi versi scarniti, non migliaia di pagine. Il Corano e la Bibbia, i Veda e le Upanishad affaticano il lettore con pagine e pagine.


La poesia è tratta dalla raccolta "Ossi di seppia" di Eugenio Montale: il titolo è "Forse un mattino andando in un'aria di vetro". Leggendola, ai tempi del liceo, era passata inosservata insieme alle altre. Bellissima sì, ma incompresa. Ad oggi mi domando se non rappresenti la punta dell'iceberg della religione evanescente, quella ch'è sempre sfuggita o che si trova ad un piano parallelo.


Il miracolo tanto atteso è un miracolo agghiacciante: la scomparsa della realtà per come la vediamo... in un giorno qualunque, durante una passeggiata come le altre, succede qualcosa. La materia scompare. Scompaiono case e montagne, boschi e animali e il terrore s'impossessa dell'ignaro poeta.
Poi, qualche istante dopo, riappare tutto... sarà stato un disturbo mentale? Una defaillance dovuta alla senilità incombente? L'inizio di una brutta malattia? Il poeta sa, con certezza, di non essersi sbagliato. S'è trattato d'un miracolo. Il miracolo che spalanca le porte della verità ad un uomo che vive solo per questo. Hai voluto sapere come stanno le cose? Adesso son cavoli tuoi... finchè vivrai il tuo segreto vivrà con te, perchè se lo svelerai, per gli altri (gli uomini che non si voltano) sarai solo un folle visionario.


Basta solo una poesia per smontare il complesso ingranaggio di tutte le religioni? In questo caso la risposta non può che essere affermativa. Se tutto quel che ci circonda non esiste e il vuoto appare e scompare solo per miracolo ad un poeta costretto a mantenere il suo segreto, allora il sisma che riesce a provocare non è di quelli impercettibili. Il Vaticano non esiste, la Piazza rossa è solo un'apparizione ingannevole, così anche la famiglia, la vita.


Nessuna chiacchiera, nessuna omelia, nessuna preghiera, solo pochi versi per smontare il mondo, vi pare poco?

 

2
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Angelica il 05/01/2018 13:47
    Sì, Un miracolo, "Il miracolo che spalanca le porte della verità ad un uomo che vive solo per questo"...
    Ottima riflessione

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0