username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Ho sempre sentito che avevo delle responsabilità. Quel senso del dovere, poi, che avevo sempre addosso, quel senso che, insomma, era giusto fare certe cose o non farle. Ma non ero io... era che non c'era niente di più importante nella mia vita, non c'era niente di più grande, sai... sono uno che non ha mai fatto compromessi. Non ne ho avuto forse un grande bisogno, ma avevo una ripulsione per i compromessi e se questa la vuoi chiamare moralità, sì

 


8 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Massimiliano Caldarone il 23/05/2012 04:11
    io trovo immorale farsi fotografare a settant'anni sulla copertina d'un libro, con quei capelli lunghi!
  • ELISA DURANTE il 17/05/2011 08:45
    Sì, questa è moralità. Concordo.
  • rosaria esposito il 25/04/2011 20:39
    il compromesso... aaaahh! perpetuo, chi è? la perpetua la conosco.. sarà il marito?
  • Donato Delfin8 il 25/04/2011 19:00
    eh bè sarai in affitto perpetuo
  • rosaria esposito il 22/04/2011 21:35
    io, oggi, 22 aprile, avevo il dovere di fare le pastiere. moralità gastronomica.
  • il 22/02/2011 19:00
  • K. Lear il 18/01/2011 11:11
    Ma sì, è una questione di valore. Ma il "valore" che la maggioranza impone è difficile da contrastare
  • il 31/07/2010 23:04
    Stupenda lettura. Grandissimo giornalista...