username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Due

Quando saremo due saremo veglia e sonno
affonderemo nella stessa polpa
come il dente di latte e il suo secondo,
saremo due come sono le acque, le dolci e le salate,
come i cieli, del giorno e della notte,
due come sono i piedi, gli occhi, i reni,
come i tempi del battito
i colpi del respiro.
Quando saremo due non avremo metà
saremo un due che non si può dividere con niente.
Quando saremo due, nessuno sarà uno,
uno sarà l'uguale di nessuno
e l'unità consisterà nel due.
Quando saremo due
cambierà nome pure l'universo
diventerà diverso.

 


5 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • stefania il 14/03/2012 13:44
    Io conosco l'esperienza di essere l'unità indivisibile del DUE. Ed è cosa ancor più vera quando la materia viene scissa, tuttavia l'unità del DUE resta. Nel cuore. Per sempre.
    Grazie Erri per aver reso in poesia i miei pensieri.
  • il 20/10/2011 01:16
    il gioco di parola con il termine "universo" è un capolavoro.
  • rosaria esposito il 04/07/2011 21:43
    il 2 è la legge dell'universo, della natura, dell'uomo.
  • il 27/12/2010 17:06
    molto bella ed intesa..
    piaciuta molto..
  • Elena Tonengo il 25/12/2010 22:20
    Il due diventa unità quando si riconosce l'altro, quello che è diverso da noi, ma che ci completa e ci fa esistere insieme, quando l'UNIverso diventa DIVerso e comprendiamo la natura delle cose nel suo succedersi alternato fatto di giorni e di notti. Grande Erri.