username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Cigola la carrucola del pozzo

Cigola la carrucola del pozzo,
l'acqua sale alla luce e vi si fonde.
Trema un ricordo nel ricolmo secchio,
nel puro cerchio un'immagine ride.
Accosto il volto ad evanescenti labbri:
si deforma il passato, si fa vecchio,
appartiene ad un altro...
Ah che già stride
la ruota, ti ridona all'atro fondo,
visione, una distanza ci divide.

 


6 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • daniela il 18/09/2013 09:53
  • Michele Loreto il 22/10/2012 05:02
    La natura descritta in questi versi è una realtà tangibile e animata, seppure nell'immobilità quasi stagnante di un'atmosfera che resta strettamente legata alla sua dimensione terrena, quasi per il timore di smarrirsi in orizzonti troppo vasti e indefiniti
  • Marcello Affuso il 22/12/2010 00:01
    Stupenda e molto commovente nella sua drammaticità
  • il 17/09/2010 20:47
    Straordinario come sempre

    A. R. G
  • il 11/02/2010 00:28
    ne ha scritte di migliori, ma è carina pure questa
  • il 26/11/2009 11:24
    Ne ha scritte di migliori