username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

È proibito

È proibito
piangere senza imparare,
svegliarti la mattina senza sapere che fare
avere paura dei tuoi ricordi.
È proibito non sorridere ai problemi,
non lottare per quello in cui credi
e desistere, per paura.
Non cercare di trasformare i tuoi sogni in realta'.
È proibito non dimostrare il tuo amore,
fare pagare agli altri i tuoi malumori.
È proibito abbandonare i tuoi amici,
non cercare di comprendere coloro che ti stanno accanto
e chiamarli solo quando ne hai bisogno.
È proibito non essere te stesso davanti alla gente,
fingere davanti alle persone che non ti interessano,
essere gentile solo con chi si ricorda di te,
dimenticare tutti coloro che ti amano.
È proibito non fare le cose per te stesso,
avere paura della vita e dei suoi compromessi,
non vivere ogni giorno come se fosse il tuo ultimo respiro.
È proibito sentire la mancanza di qualcuno senza gioire,
dimenticare i suoi occhi e le sue risate
solo perche' le vostre strade hanno smesso di abbracciarsi.
Dimenticare il passato e farlo scontare al presente.
È proibito non cercare di comprendere le persone,
pensare che le loro vite valgono meno della tua,
non credere che ciascuno tiene il proprio cammino
nelle proprie mani.
È proibito non creare la tua storia,
non avere neanche un momento per la gente che ha bisogno di te,
non comprendere che cio' che la vita ti dona,
allo stesso modo te lo puo' togliere.
È proibito non cercare la tua felicita',
non vivere la tua vita pensando positivo,
non pensare che possiamo solo migliorare,
non sentire che, senza di te,
questo mondo non sarebbe lo stesso.
non sentire che, senza di te, questo mondo non sarebbe lo stesso.

 


2 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • davide il 15/01/2013 16:19
    Questa poesia NON È di Neruda, come indicato qui http://tinyurl. com/a6a923b
    Il vero autore si chiama Alfredo Cuervo Barrero.
  • Gianni Spadavecchia il 11/12/2011 19:56
    Dall'inizio alla fine, poesia STRATOSFERICA! La più bella che abbia mai letto in assoluto! Credo che quando si piange qualcosa si impara, ma non si vuol smetter di cercare la causa di quel pianto. è proibito far tutte queste cose, ma c'è chi le fa, ogni giorno, ogni minuto.. E vive meglio di coloro che danno il cuore anche per persone che non meriterebbero il loro affetto. Forse loro son quelli che vivono meglio senza soffrire e farsi problemi. Bè, preferisco piangere e svegliarmi pensando a cosa fare, non abbandonare nessuno ed esserci per tutti anche se loro non ci saranno per me;Soffrirò ma avrò le mie idee con le quali andrò avanti. Grazie grande Pablo Neruda. Mi hai illuminato la serata.