username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

La spada e er cortello

Un vecchio Cortello
diceva a la Spada:
- Ferisco e sbudello
la gente de strada,
e er sangue che caccio
da quele ferite
diventa un fattaccio,
diventa 'na lite...-

Rispose la Spada:
- Io puro sbudello,
ma faccio 'ste cose
sortanto in duello,
e quanno la lama
l'addopra er signore
la lite se chiama
partita d'onore!

 


6 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • il 15/10/2011 17:36
    Giusta osservazione. Piaciuta!
  • Pino Badalamenti il 12/09/2010 17:47
    Come cambiano le cose in funzione di chi è coinvolto. Se becchi un povero che ruba al supemercato egli è un ladro, se ruba un ricco o un signore, è un cleptomane. Così è il mondo. Un altro lampante esempio è l'uomo che si da da fare, che conquista con la sua simpatia, galante e con molte avventure - un uomo di mondo, ma se fa la stessa cosa una donna - una puttana.
  • Laura cuoricino il 15/08/2010 06:30
    Acuta osservazione, mi piace!
  • Giacomo Scimonelli il 01/08/2010 05:43
    lettura piacevole... bella poesia
  • Piero Simoni il 13/12/2009 23:34
    quando si dice... due metri e due misure
  • Piero Simoni il 13/12/2009 23:34
    quando si dice... due metri e due misure