PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Troppe stagioni, non ce la faccio

Al calar della sera
si fa primavera,
ti svegli al mattino

freddo come inverno,
durante il giorno
sole come d'estate,

prima dell'imbrunire
come d'autunno.
Tutte le stagioni

in un solo giorno
e metereopatico,
per adattarmi,

vado in giro
con una valigia,
tanto per aver i cambi,

ma ciò che cambia
e repentino
è il mio sentire,

e a questo
non esiste guardaroba che tenga!!!

 

1
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Alessandro Moschini il 05/05/2013 23:08
    Eh ma le stagioni da un pezzo a questa parte sono solo due, estate ed inverno. Sembra un luogo comune ma le mezze stagioni non esistono più...

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0