username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Ramo d'inverno

Se lascio
se attingo un riposo inaccessibile
nel mio essere meno
rispetto a quel doppio solo desiderato
questo mio abbandono si chiama
amore
come ramo d'inverno

e il mondo intero
starà a guardare la festa di un abbraccio
che dura un momento solo
sulla via degli spiriti

perché innamorarsi è questa solitudine
paurosa e beatifica
che fa tutte le cose nuove.

 

2
2 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Alessandro il 22/12/2013 18:48
    La terzina finale è una delle più originali definizioni di innamoramento che abbia mai letto.
  • Rocco Michele LETTINI il 21/12/2013 10:32
    Un ramo secco che racchiude tutto l'inverno... aspettando un germoglio portatore d'amore, allegro... portatore di nuovo...
    LODEVOLE FORGIATO ROBERTO...
  • Caterina Russotti il 21/12/2013 10:23
    Un ramo desideroso di far sbocciare i boccioli dell'amore in esso racchiusi, custoditi e pronti a fiorire...
    Buone feste, ricche di amore, ace e serenità. Stupenda

2 commenti:

  • Anonimo il 21/12/2013 17:34
    Bellissima Roberto, soprattutto la chiusa.

    Auguroni di Buon Natale a te e famiglia!
  • Anonimo il 21/12/2013 13:41
    Ti auguro di essere <calamita d'amore>!!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0