PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L'ora legale

Sancisce lei il passaggio anche formale
all'incerto tepor di primavera
dando così un saluto all'invernale
rigidità della stagione austera.

Stanotte di lasciarla c'é toccato:
di colpo e d'un bel po' s'accorcia il giorno.
E noi, come un amante abbandonato,
trepidanti attendiamo il suo ritorno!

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • ciro la ferola il 09/09/2011 19:13
    i cicli della vita a cui ci costringe il tempo... bella
  • Giuseppe ABBAMONTE il 30/10/2009 21:00
    La stagione dell'ora legale.
    Fatta di piacevoli attese e di tiepidi tepori primaverili. Ed anche autunnali.
    Ciao a Nicola e Loretta
    Giuseppe
  • Nicola Saracino il 26/10/2009 08:45
    Il ritorno dell'ora legale... lex alla luce del sole, mantenendo i ritmi naturali dell'ora solare, fatti di piacevoli attese. N
  • loretta margherita citarei il 25/10/2009 12:27

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0