PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Miliardi di Male

Mi appresto a morire
per conoscere cos'è la vita

In ogni angolo del mondo c'è una reminescenza
guarda il passato come un futuro da terminare

È un software che gira su universi interi
provate a immaginare le distanze
su hardware umani
capirete perché ogni evento si assomiglia

Lacrime, dolore, rabbia e dolcezza
su di un piano parallelo
sono di ogni essere
univoco pur essendo uguale
nella Luce che attraversa miliardi di male

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Dark Side il 21/04/2011 22:36
    bei versi... il Male sembra essere l'essenza del Cosmo, la forza motrice del tutto... spero di essere troppo pessimista io complimenti
  • Anonimo il 17/04/2011 10:12
    bellissime parole che riescono a rendere l'idea di ciò che tu vuoi dire
  • Anonimo il 18/10/2010 20:25
    Il male chiama il male toccando, con questo richiamo, chissà quante dimensioni a noi sconosciute e che ci attraversano ogni istante. Un prodotto umano che rischia di trasformare l'universo in un inerno infinito. Ma c'è anche l'amore... un Davide non sconfisse Golia?
  • Ugo Mastrogiovanni il 18/10/2010 11:35
    Indubbiamente, dopo la nostra morte la vita che conosceremo sarà miliardi di volte migliore e "Lacrime, dolore, rabbia e dolcezza" non varranno più niente. Mi sei piaciuto Maurizio.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0