accedi   |   crea nuovo account

Era solo un bravo ragazzo

Camminavi sulla scia del vento,
ascoltavi il respiro del tempo,
e ti perdevi,
ti perdevi nella casa murata,
murata dal silenzio di quella musica
che non puoi ascoltare,
che non puoi amare,
che non puoi salvare.



Eri solo un ragazzo,
un bravo ragazzo,
discutevi del goal mancato,
pranzavi con gli amici,
perché così è sempre stato,
eppure avevi nemici,
conosciuti solo da chi guardava oltre,
vissuti solo da chi ascoltava l'oltre,
ricordato solo dalla solitudine di una vita,
che non ha più tempo
per evitare quell'incudine
che sprofonda
nella tua inquietudine.


Tremavi,
aprivi la mano,
stringevi il tuo pugno nella rabbia
liberata in quella stanza,
sprigionata in quella gabbia,
circondata da sbarre invisibili di
dura
indifferenza.



Sbattevi la testa contro il muro
per nascondere il tuo essere piccolo e uomo,
non eri nessuno,
non eri qualcuno,
ora sei,
ora sei,
anche se più non ci sei.



Eppure eri solo un bravo ragazzo,
salutavi la vita,
salutavi la strada,

123

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0