username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

il re moro

Il Re Moro entrò nella scuderia. Sul volto d'ebano brillavano gli occhi feroci che tanto terrore incutevano ai nemici durante le battaglie.
Osservò i due cavalli, uno bianco e uno nero, purosangue di incredibile bellezza.
Li valutò attentamente poi, con fare deciso, mosse verso il cavallo bianco.
Fu questione di pochi attimi :il cavallo, con un doppio balzo, si avventò sul Re Moro
e lo mangiò.
Il re si era dimenticato di essere il re degli scacchi.

 


7 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • anna il 23/12/2013 12:40
    mi piace... divertente...
  • Ettorina Gerbelli il 26/05/2010 16:57
    mi piace Benni, irriverente, ironico, divertente.
  • Dino Borcas il 10/04/2010 20:16
    oppure era una regina
    che si credeva un re...
  • Dino Borcas il 10/04/2010 20:14
    era il cavallo che si era dimenticato che negli scacchi il re non viene mangiato,
    e il re, troppo sicuro di sé, non aveva considerato di poter incontrare un cavallo smemorato
  • Daniele Picardi il 04/09/2009 14:46
    che genio, mi fa morire!
  • loretta margherita citarei il 01/03/2009 08:51
    ironica e molto saggia
  • Vincenzo Capitanucci il 27/02/2009 09:03
    Con un doppio balzo a L... lungimirante...

    Grazie... a Benni... e a chi l'ha inserito... su questa scacchiera in rete... vita...