PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

il re moro

Il Re Moro entrò nella scuderia. Sul volto d'ebano brillavano gli occhi feroci che tanto terrore incutevano ai nemici durante le battaglie.
Osservò i due cavalli, uno bianco e uno nero, purosangue di incredibile bellezza.
Li valutò attentamente poi, con fare deciso, mosse verso il cavallo bianco.
Fu questione di pochi attimi :il cavallo, con un doppio balzo, si avventò sul Re Moro
e lo mangiò.
Il re si era dimenticato di essere il re degli scacchi.

 


8 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Diego il 24/12/2016 05:45
    Ho provato a reinterpretarla http://www. gollonzo. com/2016/12/audioracconto-il-re-moro-di-stefano. html vedete un po' che ne pensate
  • anna il 23/12/2013 12:40
    mi piace... divertente...
  • Ettorina Gerbelli il 26/05/2010 16:57
    mi piace Benni, irriverente, ironico, divertente.
  • Dino Borcas il 10/04/2010 20:16
    oppure era una regina
    che si credeva un re...
  • Dino Borcas il 10/04/2010 20:14
    era il cavallo che si era dimenticato che negli scacchi il re non viene mangiato,
    e il re, troppo sicuro di sé, non aveva considerato di poter incontrare un cavallo smemorato
  • Daniele Picardi il 04/09/2009 14:46
    che genio, mi fa morire!
  • loretta margherita citarei il 01/03/2009 08:51
    ironica e molto saggia
  • Vincenzo Capitanucci il 27/02/2009 09:03
    Con un doppio balzo a L... lungimirante...

    Grazie... a Benni... e a chi l'ha inserito... su questa scacchiera in rete... vita...