Ernest Hemingway: Fino ad ora, sulla morale ho appreso soltanto che una cosa è morale se ti fa sentire
PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Fino ad ora, sulla morale ho appreso soltanto che una cosa è morale se ti fa sentire bene dopo averla fatta, e che è immorale se ti fa star male

 


6
5 commenti    

5 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • massimo vaj il 16/05/2014 12:00
    La morale è formata dal sentimentalismo che irrompe indebitamente nei princìpi fissi che, dovendo la loro fissità all'universalità, non possono assoggettarsi alle interpretazioni sentimentali che variano al variare della latitudine geografica e culturale. La morale è limitata e mutevole e certamente non costituisce un riferimento di ordine intellettuale. Un nazista sta bene dopo aver bruciato un ebreo, e il suo star bene non dà alcuna certezza.
  • il 11/08/2013 12:33
    Un bel modo per aggirare il problema della morale... in pratica viene detto che la morale è un concetto interiore, personale... se poi coincide con molti altri diventa la morale comune. ma per essere comune deve poggiare su alcune solide basi... religione, nazione, credenza polit e altre amenità varie. Ernest, grande scrittore... ci manchi. Un saluto
  • Giusy Lupi il 09/12/2010 00:46
    Sono d'accordo con il pensiero...
    Piaciuto.
  • Giacomo Scimonelli il 14/11/2010 12:54
    condivido questo pensiero
  • il 04/02/2010 14:51
    Una tale capacità di discernimento presuppone la presenza di una coscienza... presenza al giorno d'oggi sempre più carente.