PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Non c'è nulla più dell'onesta pretesa di mantenere distinto nella propria vità ciò che è pubblico da ciò che è privato, che ecciti l'interesse indiscreto delle piccole società perbene

 


1
1 commenti    

1 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • cristiano comelli il 30/06/2012 17:41
    Tenere pubblico e privato indistinti richiede coraggio perchè poi si deve rispondere sempre di quanto si compie; se li si tiene distinti, è possibile in qualche modo scantonare, anche se non sempre.