PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

È mondanità quando si abbandona il mondo, ma interiormente si è parte di quel mondo di invidia, cupidigia, paura; si accetta l'autorità e la divisione fra colui che sa e colui che non sa.

 


2
1 commenti    

1 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • michele marra il 09/04/2012 07:47
    Oggi la poesia è un mero ed inutile orpello, ma vi sono stati secoli in cui rappresentava l'essenza dell'arte stessa. Per quale motivo il declino : perchè non è più maestra di vita, perchè per anni gli sperimentalismi l'hanno ridotta in un cantuccio per i soli specialisti, perchè non si trovano più temi e toni adatti, perchè la monotonia della televisione ha ridotto i margini della lettura. Il futuro: tornare a scrivere poesie sociali, espressive, comprensibili e ottenere spazi su giornali, quotidiani, televisioni. . piccoli angoli dai quali ripartire. (Michele Marra)