PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Pensando a mia madre

Verrai quassù, ti porterò per mano
per una dolce tregua, in un inverno
che non conosci, ti dirò: " Milano
s'illumina di sera, nell'interno
delle sue case ha il vigile tepore
dove si parla piano ". Tu sorridi
da sempre in questo timido favore
d'avere intorno il tremolío dei nidi.

 


0
0 commenti    

0 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati