username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Per sempre

Arriva il momento
in cui non si può dir di no.

Scende una nebbia
talmente fitta
che nasconde anche i ricordi.

Vorrei urlare come un pazzo
solo le lacrime a lavarmi il viso
che non riesco ad asciugare.

Sono tentato da mille azioni:
scappare, correre,
inseguire mille desideri irraggiungibili
ma resto immobile
colto da impotenza irrazionale
da uno sconforto impietoso,
dall'impossibile pensato.

Scalzo cammino verso nuovi orizzonti
senza colori e privi di sentimenti
- vuoti -
vuoti come attimi fuggenti,
senza meta e senza ritorno
per la fredda ricerca del nulla
che da te m'allontana,
per sempre.

 

3
8 commenti     7 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

7 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Luca il 27/11/2014 16:50
    Nella parte dove dici "Sono tentato da mille azioni, ecc ecc", descrivi troppo la mia situazione attuale, vorrei fare e risolvere tante cose, ma resto sempre in una situazione di fermezza, complimenti vivissimi.
  • Vincenzo Capitanucci il 27/11/2014 16:03
    Vorrei urlare anche io come un pazzo Giuseppe.. ma mi controllo.. e ai per sempre.. ci credo or-mai ben poco.. Sempre bravissimo..
  • Rocco Michele LETTINI il 27/11/2014 15:49
    Il poetar che si nota... Il mio elogio Giuseppe.
  • sılɐɹʇsnɐ snɐʞ il 27/11/2014 15:16
    Oggi come oggi il web è colmo di persone che si cimentano nella scrittura ma ciò che voglio dire è che, purtroppo, molti non lo fanno con amore ma con il semplice scopo di apparire; ciò si verifica, sì, ed è molto facile che sia così con i mezzi che abbiamo a disposizione, ma accade nel modo peggiore perché quando si scrive per puro esercizio, per apparenza, per ricevere consensi e darne altrettanti, per lisciarsi qualche sprovveduto o per rimorchiare... insomma per ragioni disparate ma in questo caso superficiali, o meglio, dannose per la stessa poesia... beh... allora è meglio che si occupi il tempo a ciarlare nei salottini, o a starsene seduti al bar a vedere le partite o dedicarsi, comunque, a tenere le zampe impegnate a fare altro, purché non sia... scrivere testi impegnativi.
    Bisogna scrivere con amore; per comunicare, trasmettere, incidere, farsi dono di qualcosa di così tanto intimo, infondere negli altri parti del nostro cuore e dell'anima... così, nitidamente, senza orpelli o gare, con semplicità e purezza... quella che ognuno di noi dovrebbe serbare gelosamente.

    - qui, Giuseppe Bellanca, ha dimostrato tanto. Bravo! -

8 commenti:

  • Sabrina il 24/01/2015 18:48
    Dimenticavo che trovo bella la poesia, caro Giuseppe... se al seguito non ci fosse il solito sipario. Un abbraccio.
  • Anonimo il 17/12/2014 17:08
    అర్ధరాత్రి నీలం
    - Bisogna scrivere con amore; per comunicare, trasmettere, insozzare, farsi dono di qualcosa di così tanto... repellente, far vedere agli altri le proprie parti intime... così, nitidamente, senza veli, con indecenza e puzza dell'anima e della mia bocca volgare... che so serbare gelosamente.
  • Chira il 27/11/2014 16:23
    Nonostante tutto, in silenzio, al buio, quando sei solo che più solo non si può, nel cuore ti balza quel "per sempre"... per un amore sfuggito... non importa cosa ne potrà sapere il resto del mondo, anche lei che si è allontanata, gli altri non contano, solo tu conosci il tuo "per sempre" e questo basta. Versi strappati dall'anima. Bellissima!
    Chiara
  • sılɐɹʇsnɐ snɐʞ il 27/11/2014 14:51
    ... molto, molto, molto bella.
    finalmente si legge Poesia; nella quale il sentimento è vivo e dove i versi si snodano per trasmetterlo al lettore e incidere, nel cuore dello scrittore... quello che è il compito primo di chi ama mettersi nero su bianco.
    bella la chiusa, quasi lapidaria.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0