PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Non t'amo più

Che me ne faccio
di questa luna che splende;
di questo infinito manto di stelle;
di questo mare incantato,
di questa vecchia chitarra,
di questo canto accorato!
se lei mi ha lasciato con tre sole parole.
È tardi;
non svegliare la gente che dorme,
cantando qua sotto il balcone, non disperdere le note nel vento,
è tardi... è tardi.

 

2
0 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Circasso il 22/10/2016 11:48
    Quanto sgomento in questi versi, un incubo che nessuno vorrebbe vivere mai nella vita!
  • vincent corbo il 21/10/2016 06:22
    Il lamento desolato di un uomo abbandonato... una poesia triste che riecheggia Garcia Lorca.
  • Rocco Michele LETTINI il 20/10/2016 13:23
    UN SENTITO QUANTO ESPLICITO GRIDAR "INSODDISFAZIONE" IN ESPRESSIVO VERSEGGIO.
    SERENO MERIGGIO, BRUNO.
    *****

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0