PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Musica

il telefono ha squillato
due volte
e ha smesso.

poi ha squillato nuovamente -
uno squillo
due squilli
tre squilli-
e quando io ho alzato la cornetta,
chiuso in una tuta marrone
e in un cappotto di rabbie primordiali,
ho sentito quella voce
tenue, incorporea
"quand'è che vieni a prendermi?"
e un accenno di vita
ha destato il mio corpo.

"adesso"
ho risposto.

 

2
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0