PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ad analizzare nelle iridi dell'altro

fino ad oggi quegli occhi
baluginavano di pura irriverenza,
pura astrazione.

ma adesso che li guardo bene,
ora che è calata la notte
e che le bottiglie hanno ammaccato
il nostro potente senso di protezione,
vedo invece solo lo specchio opaco
della mia infelicità.

tutta la vita a rincorrere
il momento perfetto,
per poi ritrovarsi su di un lenzuolo,
una notte fredda di un venerdì qualunque,
nudi come l'anima di Dio,
ad analizzare nelle iridi dell'altro
il peso di una solitudine comune.

 

1
0 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • vincent corbo il 29/10/2016 06:47
    Forse è proprio questo il momento perfetto: infelici, su di un lenzuolo, al freddo di una solitudine comune... da quel peso bisogna cominciare a riflettere sulla perfezione.

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0