PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Questione di occhi

in qualche caso è il profumo
a renderli più interessanti,
in qualche caso la macchina,
il taglio di capelli all'ultima moda,
il jeans strappato
o un pantalone nero sobrio ed elegante
incollato al perimetro delle cosce;
in qualche caso è il ristorante chic
che frequentano,
in qualche caso il camioncino del cibo da strada,
forse le domeniche allo stadio
o forse il fatto di avere un impiego stabile
e duraturo;
ciò passa anche dalla cura delle sopracciglia,
da un tatuaggio,
dalla cravatta giusta
o dalle conoscenze che hanno
per saltare la fila in discoteca.

lo stile è tutto.
lo stile guida al successo.

ma io ho occhi strani e
guardo tutto guidato
dal brillio di ineffabili pazzie.

io cerco la vita dentro le crepe dei muri
e le sgranature sulle magliette
e i nei
e ogni tanto qualche parola fuori posto,
quelle che quando le senti trattieni la risata
o ti lasci andare allo schiamazzo, ironico, beffardo.

ma io non rido.
quasi mai.

rido soltanto quando li vedo passare
sul cemento di una strada del centro,
loro che vanno verso una meta comune
e io con gli occhi puntati sempre verso
quell'imperfezione, così umana...

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0