PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Epput tutti

Sento vicina lei Genitrice
per abbracciare il Cielo
mi ha lasciata in un freddo giorno d'inverno.

per unirsi alla schiera degli angeli
lui Genitore una mattina d'estate
mi ha sussurrato
"tu aspetta".

la Sorella tanto amata
per dialogare col suo Gesù
in terra il suo posto mi ha affidato.

e ora anche il mio Amore
si è rivestito di Luce
al commiato "... i poveri, i veri poveri" mi ha raccomandato.

Intanto sempre con gelide lacrime
presenti tutti li sento
la mano tendono per regalarmi amore
e donarlo a chi in solitudine prosegue nel buio.

 

0
0 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 02/11/2016 06:17
    Un sequelar emozionante firmato magistralmente in aurei pensieri poetici.
    Lieta giornata.
    *****

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0