PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Quante ne ho incontrate

spariscono
e come una brutta varicella non ritornano più
queste grosse puttane dalla biancheria intima di setosa inafferrabilità,
spariscono come una nazione
e conservano nell'anima solo strascichi d'amore farraginosi e incompleti,
le vedi sedute nei migliori ristoranti a masticare poltiglie di uomini,
le porti dentro come una cosa ingiusta che lacera
e non ci sono giustificazioni, non è un fatto razionale o ponderato,
come un vento acido che spegne le ultime ceneri,
loro spariscono... spariscono... e non le vedi più.
ho camminato a lungo dentro le strade di questa città,
vivendo e amando, sognando donne amorevoli,
ho visto amori finire per diversità caratteriali, per tradimenti, per bisogno di solitudine,
tutto profondamente ragionevole, se ci pensi, forse crudele,
ma molti grandi amori si sono nutriti nei secoli di crudeltà,
ho visto la gioventù trasformarsi in vecchiaia, in odio, in solitudine,
e alcune donne hanno sempre un aspetto carino quando ci esci la prima volta,
queste figlie del diavolo, queste pin-up sfuggite al convento,
ti abbordano come un allocco che chiede solo qualche minuto di condivisione,
ti offrono la luce della loro procace intelligenza, ti frastornano
e infine succhiano fin dentro il midollo della tua gentilezza;
sono gelide e bellissime, sono imponderabili,
e poi spariscono... spariscono... quando non resta più niente.
il mio cuore è un animale ferito, una tomba che pulsa,
contornato da fiori bellissimi, trafitto da spine, sempre, sanguinante,
ha bisogno di pace, di luce, di autenticità:
non lasciatelo morire ancora,
può riempire una solitudine, può salvare chi teme,
come tutte le cose che arrancano chiede soltanto un po' d'amore.

 

1
0 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Antonio Tanelli il 04/11/2016 18:25
    A tinte forti ma assolutamente condivisibile da parte mia. composizione lacerante l'anima. bella.

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0