PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Disordine d'amore

Le stanze degli artisti
hanno occhi
per vedere l'invisibile.
Come fantasmi buoni,
sono spettri di città
dominate da montagne
di libri accatastati
e copertine di dischi,
attraversate da un vento
di parole e note
che muove fogli svolazzanti,
spartiti finiti ed incompleti.
Negli angoli dominati
da chitarre
e pagine di cinema,
è legato il cielo
coi fiocchi delle corde
fissato a picchetti
di bottiglie di birra.
Questo disordine d'amore
ti entra nella pelle
e piega i pori al suo volere
col potere del suo fascino.
Ti ammala le ossa di passione
come ascoltare un profumo
ed annusare un suono.

 

3
0 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • vincent corbo il 11/11/2016 07:03
    In questo "Disordine d'amore" si vede e si sente il tocco dell'artista, come ascoltare un profumo ed annusare un suono.
  • Rocco Michele LETTINI il 10/11/2016 09:28
    È il poetar di tanti di noi espresso in straordinari versi.
    Lieta giornata, Alessandro.
    *****

0 commenti: