PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il sorriso di Venere

Adoro il suo compiaciuto sorriso di Venere, srotolato con fascino
come un'antica pergamena ascritta, su due labbra da baciare,
rivelando, il volto incastonato in ametiste, nella parure dei suoi occhi d'astri inarrivabili.
filamenti di me, si sciolgono dolcemente, dall'intrico di pregevoli matasse d'ammirazione
atte a sprigionare incentivanti colpi di fulmine, nel superare indenne, il nostro differente passato.
se mi capisci, non mi trattengo, nel dimostrarle assoluta dedizione nel graduale avvicinamento
alla porta serrata del cuore; accomodandomi all'entrata, fremente in attesa.
ma lei ha altre braccia in cui buttarsi, altre gioie a cui votarsi, altri amori a cui concedersi; lei non è per me.

 

1
0 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Emanuelle Patis il 21/11/2016 13:56
    Che bella e delicata questa sull'amore non corrisposto. Prima parte con tendenze ermetiche a suggerire i sentimenti di fervente aspettativa dell'autore. Chiusa che in maniera più diretta giuda il lettore verso l'epilogo suggerito dal titolo dell'opera.

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0