PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Voliera

A passeggio con il cane
abbiamo oltrepassato il torrente
stiamo costeggiando le case
di questo piccolo quartiere residenziale
e a un tratto, lo stridore mostruoso
di suoni disumani, versi che neanche gli animali
e che fanno abbaiare il mio cane.

Sibili metallici, grotteschi;
il cane è scappato
io rimango meravigliato:
un enorme voliera!
Tutta di metallo e ossa
color della ruggine
e della rugiada ramata.

Le creature che vi ospita sono bellissime
e variopinte
peccato che in loro manchi qualcosa,
peccato per quei volti quasi umani.

Peccato per quelle bocche-becchi
che emettono rumori
che sanno di caos e di morte.

La voliera è sotto una grotta
la grotta crolla
gran fruscio di ali
tutto si disperde.

Il torrente continua a scorrere
il cane è accanto a me
io commento le case degli altri,
siamo ormai tornati a casa nostra.

 

1
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • vincent corbo il 24/11/2016 07:00
    sembra un cortometraggio, mi piacerebbe essere un regista esordiente e girare questo film.
  • Anonimo il 23/11/2016 13:34
    ... qui si percepisce il tuo credo naturalista... piaciuta.

1 commenti:

  • frivolous b. il 01/12/2016 16:00
    Beh se lo facessi saresti un regista emergente... comunque dici? Non sarebbe noioso?

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0