PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L'acido che corrode l'anima

Istinti primordiali
riecheggiano
nei pensieri di quelli
a cui di umano rimane
solo la sembianza.


Il loro onore violato
da giovani donne
che si ribellano
al martirio che subiscono.


Deboli omini
a cui rimane
un vigliacco modo di sentirsi forti,
deturpare i volti
di chi urlano di amare.

 

3
1 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • frivolous b. il 01/12/2016 16:02
    Non solo il tema è molto importante e sentito ma... lo stile... ragazza che stile, davvero una bella poesia stilosa e intelligente, i miei più vivi complimenti!
  • Circasso il 27/11/2016 12:58
    Significativa poesia sulla violenza alle donne con cadenze poetiche elevate che la descrivono in modo compiuto e... piacevole alla lettura.
  • Rocco Michele LETTINI il 26/11/2016 16:06
    UN INTENSO QUANTO OCULATO SEQUELAR POETICO.
    IL VERO... DAL TUO ANIMO, FEDERICA.
    *****

1 commenti:

  • ruggero rocchetta il 28/11/2016 17:44
    A costoro,"deboli omini", non vale la pena nominarli esseri con sembianze umane,è meglio dimenticarli, nll'oblio.
    Complimenti!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0