PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Canone amoroso

Io nun t'avevo mai cercata,
hai dato una spallata e sei entrata
a fare parte d'a vita mia
ner modo più irruento che ce sia.
Ma io che sono un vorpone vecchio
me so guardato dentro a 'no specchio
me sono detto : "mò te sderumo",
te faccio fa la fine d'un fil de fumo.
Che all'epoca quanno folleggiavo
e donne come te me le frullavo,
seguivo er canone eterno dell'amore
de cui fui sempre un gran sostenitore.
Parole dorci, canzoni inventate
de donne ne facevo marmellate.
E mica m'avevano avvertito
che a scherzà come 'n pervertito
me sarei trovato a tera riverso
a sperimentà er canone... inverso!
Che è morto più pericoloso
e, umanamente tanto doloroso.
Perché 'e donne sanno fare male
prima t'attireno e poi, tale e quale,
co na freddezza tutta naturale
te lasciano li ad ingrassà er maiale.
Quanno so "punte" fanno venì i brividi.
a ben vedere sembran proprio afidi,
chi 'e credeva a pace da famija.
nun conosceva bene 'a guerija!
Mò vado a prenne a casa a nenna mia
speramo che nun abbia l'artijieria...
La porto a prenne un gelato bono
come da poco io diventato sono,
je canto puro 'na canzone
sperando nun confonda canone e... cannone!

 

1
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 29/11/2016 08:07
    UMORISTICAMENTE ECCELSA...
    IL MIO ELOGIO E LA MIA LIETA GIORNATA.
    *****
  • Anonimo il 28/11/2016 09:58
    Simpatica e amara al tempo stesso. Hai il brio del miglior Belli, l'invettiva dell'Aretino... e l'esperienza di Circasso... piaciuta.

1 commenti:

  • ruggero rocchetta il 28/11/2016 17:28
    È bellissima! Non mi son omai divertito tanto nel leggere una poesia! Bravo!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0