PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L'inutile bellezza

Ho un prato verde
screziato da venature marroni
lì pascolo al mattino i miei ricordi
e non c'è più il tempo
non c'è più ora
lì tutto accade

Lì soffro per quel bacio non dato
e immagino dove sarebbe andata
la mia vita
quali bellezze, quali orrori
forse, la morte

Tremo a pensare
all'immensa vanità del tutto
all'importanza che diamo
ad ogni nostro gesto
piccolo frammento di luce
prigioniero
dell'insondabile mistero

 

4
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Walter Tresoldi il 12/02/2017 20:03
    Il problema dell'inutilità, l'assurdo dei gesti quotidiani è uno dei problemi più importanti dell'uomo e la tua poesia lo mette in evidenza molto bene.
    C'è tuttavia l'insondabile mistero che deve darci qualche raggio di pace.
    Bella poesia.
  • Gianni Spadavecchia il 09/12/2016 20:28
    Poesia molto personale. Si pensa più ai gesti e le azioni non compiute, piuttosto che a ciò che invece abbiamo deciso di fare.
    Un'inutile bellezza che rincorre un momento ormai perduto.

1 commenti:

  • Rocco Michele LETTINI il 05/12/2016 07:50
    Un espressivo verseggio mirabilmente forgiato.
    Lieta settimana, Ciro.
    *****

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0