PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Abbracciami luna

Stringimi stanotte
tra le tue braccia di luce,
nel tuo tiepido
ma intenso calore.
O Guardiana del cielo,
sovrasti le ombre della notte,
chiudendoti in una tua carezza.
Più dolce sarà il mio desio
al risveglio della nuovo giorno.
Adesso proteggi questo nuovo buio,
tra il candore di un guanciale
e il pallore del mio volto.
O sontuosa Luna!
Il tuo respiro profondo
tra le fauci delle tenebre,
è foriero di baci e tenerezze,
che riempiono il mio eterno sentire,
Tu sei il ristoro
nell'assenza dei sogni,
tu sei la congiunzione
del mio lontano amar,
l'autostrada tra mare e cielo
che porta via tutti gli incubi
nel tuo imponente trasparire.
Mi parli stanotte
col tuo bagliore
usando il messaggero mare.
Dietro quell'orizzonte infinito
ci sono due occhi dolci
chiusi nel mio cuore,
meravigliati come me
del tuo splendore.

 

1
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Gianni Spadavecchia il 16/12/2016 12:23
    Una poesia molto bella, con tanti elementi importanti come luna, mare, cielo, orizzonte. Delle autentiche meraviglie della natura associate all'amore.
    Piaciuta.

1 commenti:

  • silvia leuzzi il 16/12/2016 11:16
    La luna la più decantata degli astri. Affascinante nella sua lattea luce, erotica nelle sue forme tonde, che nel buio si esaltano.
    Amata dai poeti e dai licantropi, nonostante il piede umano l'abbia violata, dimostrando il suo volto di deserta sabbia.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0