PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il ciclo

ho un'idea precisa dell'assenza prima della vita
me la spiega la goccia quand'è ancora embrione nella nebulosa
o la pietra, pallida perpetua inorganica forma della perfezione

*

la mutazione del corpo
il corpo deformato dal corpo
un altro corpo il prossimo pianto
bile e ginecologia e onnipotenza
da sempre il pianto sta nel succo che vuole vivere
l'incontro che si fa metastasi
la frammentazione come possibilità

*

()

*


poi il buio
la pietra che ritorna
sempre ritorna la pietra
non è sonno ma assenza di brama

 

2
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • frivolous b. il 12/01/2017 10:53
    Tortuosa, vorticosa... belissima!
  • Rocco Michele LETTINI il 11/01/2017 09:01
    UN RIFLETTERE POETICO ECCEZIONALMENTE SEGUITATO.
    STRAORDINARIETA' IN CHIUSA.
    SERENA GIORNATA, FERDINANDO.

2 commenti:

  • frivolous b. il 12/01/2017 10:53
    oops!... bellissima!
  • karmaluna il 11/01/2017 08:14
    essenza della vita, se fosse così semplice la vita con la nascita e la morte

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0