PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Sul degrado

da sempre
come nella zona rossa in una capitale del vizio
si compie il degrado
nel mondo

*

2017 Messina Nord ore 6:32 della mattina cartolina dal centro del degrado

*

degrado non è
il mio piede che rifiuta
la stampella
degrado non è
il tuo piede che calpesta
la mortadella
degrado non è
il mio orecchio che ascolta
Bach
degrado non è
il tuo orecchio che ascolta
Father Death Blues
degrado non è
il mio fegato trasformato
da Sacco e Vanzetti
in una discarica di bile
degrado non è
il tuo fegato apolitico
che rinnega Santa Maria Vergine
degrado non è
biologico in agricoltura
né salvaguardia della vacca
degrado non è
bambini che festeggiano
dentro maschere di salsedine
l'arrivo nella cara vecchia Europa
non è neanche l'indulto
per i crimini minori
né l'abolizione degli elettroshock
non è il cervello di un medio-piccolo borghese
cancellato a furia di Pasadena groove
degrado non è
fantasie d'Africa
o paura della bomba
o libidine da gambe
o sensazione di pochezza
non è Henry Miller Grossi Testicoli
e nemmeno Maddalena la puttana

123

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0