PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il miracolo chimico della guarigione

Stanno celebrando il miracolo chimico della guarigione
Catechizzano le masse al miracolo chimico della guarigione
nel mondo
Creano sudditanza messianica e terrori apocalittici nelle menti semplici
per innalzare i loro sporco sadico miracolo chimico della guarigione
Vogliono dolori nuovi e nuove paure Assenza di criticità
Fiducia nell'olio chimico dei nuovi vaccini
Santificano la santa scienza del medicinale
Propongono i medici come nuove grandi divinità del Cosmo
Gli Ixlilton del secolo ventuno I Ninisinna dalla molecola salvifica
Gli Apollo dall'occhio radiografico I Nortia gli sciamani Huna i trapezisti dell'anatomia
Stanno ammalando la sanità del mondo con la promessa della cura
I Lexotan entrano nelle case per disinnescare la macchina uomo
Le Aspirine prosperano come prosperano cancro e pazzia
L'ultima possibilità dell'uomo si ferma dentro i loro intrugli e le loro pozioni
di insana belligeranza
Questo è il tempo in cui agli assassini danno il premio Nobel
In cui le Case del Farmaco hanno una presa decisiva sul mercato globale
Il Moloch dei diseredati insegna le armi e delibera la paura alla follia di una nuova guerra
Sono loro il nostro Moloch! I conservatori del potere!
Le dinastie reali! I preti! I rabbi ebraici di via Cardines!
Il loro instillarci inferni nella mente Il loro creare altre vite
e lasciare questa alla sofferenza
Chimica! Modificazione innaturale delle nostre menti!
Dannazione del progresso! Bombe alla televisione!
Moloch! Rabbia sadica dei macellai istituzionalizzati!
Fallimento di Cristo! Fallimento di Cristo!
È questa una svista alla civiltà del diritto, ditemi,
oppure dietro alla promessa di non belligeranza e pace perpetua
vi è qualcosa di oscuro che non possiamo comprendere?

 

0
0 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • vincent corbo il 24/01/2017 09:09
    Vi è qualcosa di oscuro che non possiamo comprendere, dietro la tenda. Due occhi che ci osservano curiosi.

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0