PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ridicoli

In tutti questi anni di diluvi universali
in deserti aridi
ho un'altra prospettiva
sulle pagine passate
di una vita balorda di glorie
in cui tutto acquista subito la giusta prospettiva
e si ridimensiona, inevitabilmente,
qualcuno mi dice che è questo che vuol dire crescere
e questo mi lacera in profondità,
ma, del resto, è tutto una gran bolla di sapone
un grande inganno
una foto sbiadita
già sfocata in partenza...

e mentre vagabondo senza meta e senza senso
sotto un ombrello fucsia e rotto
penso che ti ho amato realmente
l'ultima reale certezza
io ti ho amato veramente
in mezzo a tanta spazzatura di ricordi inutili
e ridicoli.

 

2
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Walter Tresoldi il 11/02/2017 15:40
    Dal panorama universale al particolare personale fino al ricordo di un amore, che è tutto, men che meno spazzatura inutile e ridicola.
    Piaciuta
  • vincent corbo il 11/02/2017 06:36
    Credo che in questa si raggiunga l'apice della tua ricerca artistica e umana. Mi piace molto. Voto 10.

2 commenti:

  • frivolous b. il 08/03/2017 13:32
    Grazie mille (anche se in stramegaritardo!) a tutti per i commenti!
  • silvia leuzzi il 10/02/2017 22:51
    Ricca di colore che danno ossigeno ai toni grigi e mesti di un addio riflesso in un ricordo. Tenera

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0