PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Prestito e Consolazione

No - Non è nostro
questo posto.
Questa poca via
che si avvita nella notte,
rigata, tra luci verticali,
dalla pioggia,
non è nostra, non è mia.

Altrove ha dimora
il sogno - non qui,
nell'umido sostare del buio,
dove il folto dell'angoscia
s'affossa in ombre scure.

L'ora non è tarda,
qualcuno rincasa
e passa, nel suo fagotto
fatto a somiglianza della vita,
davanti ai miei sentieri
fatti a somiglianza dell'assenza.

Nè si turba per così poco
l'altro vivere che ci sostiene
e che ci fa permanere -
nell'attesa di paesaggi
nuovi, di visioni in dono.

No - non è nostra questa sera.
È un prestito
che piange - fatto carne.

Consolazione è
qualcosa che viene, che arriva
e ti solleva.
E non restituisci
che lacrime, camminando
nel freddo e nella pioggia smorta.

 

2
2 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • ciro giordano il 11/02/2017 23:02
    c'è poco da stare allegri, hai ragione... poesia meravigliosa
  • Rocco Michele LETTINI il 11/02/2017 12:48
    SEMPRE CHIARO ET RIFLESSIVO NEI TUOI STRAORDINARI VERSI.
    LIETO FINE SETTIMANA, WALTER.
    *****
  • vincent corbo il 11/02/2017 06:40
    Una bellissima opera, complimenti.

2 commenti:

  • Walter Tresoldi il 11/02/2017 10:41
    Grazie per i complimenti. Fanno parte della consolazione
  • silvia leuzzi il 10/02/2017 22:55
    Un lavoro da leggere e rileggere, sfogliare parola dopo parola per assaporare il gusto agro dolce della poesia. Bella davvero, ciao Silvia

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0