PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Forse in primavera

V'era un tempo
quando l'intonso foglio
si riempiva di rime cadenzate

e la penna ebbra di passione
descriveva il miracolo
che Amore
in me compieva.

Ero allora innamorata di te,
del sole, della luna, di tutto il mondo..
ero la maga della luce!


Ora uso l'alfabeto bianco
e bianco rimane il foglio.

L'amore m'appare
un uccello distorto
dalle grida d'incenso,
uno straniero che ha smarrito
l'accesso al mio cuore.

Eppur sopravvivendo
sono un orso in letargo
a sognare e sperare
il risveglio in primavera..

 

1
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 19/02/2017 12:49
    CHE SIA UNA PRIMAVERA DI RINASCITA E NON PIU' UN MONTE DI FOGLI BIANCHI.
    OCULATO DECANTO.
    BUONA DOMENICA, LORETTA.

2 commenti:

  • Vincenzo Scolavino il 19/02/2017 19:18
    Molto bella, complimenti!!
  • Gianni Spadavecchia il 18/02/2017 19:07
    La chiusa è molto speranzosa, regala un briciolo di vita.
    Per il resto, poesia bellissima.
    Complimenti.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0