PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Notti di follia

Notti di follia, l'alcool ha il fiato pesante ed è in circolo, nelle vene, sulle strade.
la morte spara, violenta, tra le lamiere accartocciate,
come una pistola di grosso calibro alla roulette russa
e sui marciapiedi, squallido teatrino recita: "spiccioli di sesso."
notti di follia, nel bagagliaio chili di roba buona danno un bell'effetto,
onnipotenza di un dio minore dal turpe aspetto.
perquisizioni, posti di blocco, sirene spiegate: benvenuti in città, il delirio scende in pista.
nonostante tutto, appartati, noi.

 

2
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Gianni Spadavecchia il 26/02/2017 09:23
    E sono notti di follia in cui si fa sesso, ci si ubriaca e si vive di pensieri ingombranti.
    Bella.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0