PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Quel giorno

Quel giorno, tu
divieni donna interprete
declamata,
riconosciuta essenza
della vita,
tra fiori e inviti.
E poi, scorri destini,
e, giorno dopo giorno,
nulla sorride ancora tenace
al tuo cuore...
Quel giorno, appari
come bandiera
fatta sventolare
per illudere che la carezza offerta
esiste come premura
ai tuoi pensieri,
ai tuoi sogni,
ai tuoi aneliti di libertà
e dignità.
Donna, pur unico respiro
al respiro nascente,
donna, pur se lotti
a volte vanamente
per il domani,
donna, pur se solo ami
totalmente,
e pur, quando inerme soffri,
talune menti
con una frase o un gesto
d'imperio folle,
ti consegna al silenzio.
Quell'unico giorno, tu donna,
sei mito per gli sguardi cinici,
apparente cerimonia celebrata,
infine desolatamente oscurata
se innocente muori poi sconfitta!

 

2
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Gianni Spadavecchia il 09/03/2017 18:11
    Se tutte le donne sapessero perchè si celebra l'8 Marzo questa "festa". Se tutte conoscessero i sacrifici per ottenere la parità dei sessi e gli stessi diritti.
    Se tutti lo sapessero, la festa della donna sarebbe anche tutti i giorni.
    Piaciuta.
  • Rocco Michele LETTINI il 09/03/2017 08:10
    La mitica Mariella... dall'aureo fascino poetico che strabilia.
    Arguto et immenso decanto.
    Lieta giornata.
    *****

2 commenti:

  • Raffaele Arena il 10/03/2017 12:53
    Molto piaciuta sia nella forma che nel contenuto.
  • mariella mulas il 10/03/2017 08:29
    Sì... so appunto da quale evento disacrificata lotta femminile nasce tale ricorrenza tuttavia caro Gianni Spadavecchia pare che nulla muti la rivalsa ottenuta in talune fasi di conquistato diritto paritario se esse sono sempre vittime della malevole considerazione di menti maschili che si arrogano il potere di sterminare sia psicologicamente che fisicamente la donna di turno!!!! Il mio pensiero scritto prende spunto dalla amarezza che è in me ogni volta che donne soccombono così!!! Grazie della tua recensione Gianni!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0