PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Stremarsi... E non

Ho visto un bimbo
sgobbare per cibare
il proprio vincolo...

Un gioco l'è negato.
Sorrisi, non conosce!

< = >

Ho visto un padre
stremare per portare
un pane a casa.

Sudore, solo raccoglie.
Giulivo, non cammina!

< = >

Ho visto una madre
che in quattro s'è spaccata,
per dar appoggio.

Soltanto stille vede.
Sereno, non ravvisa!

< = >

Dov'è che ride
il globo, un esser chiede?
Cucite labbra!

Ognuno saper suole.
Amando... lo diremmo!

 

2
1 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Serena il 17/03/2017 15:43
    Molto particolare ed intelligente verseggio. Complimenti
  • Gianni Spadavecchia il 17/03/2017 08:21
    Molta gente fa tanto, troppo, per sè e i suoi cari. E molta gente poltrisce ricoperta da soldi ma da zero valori.
    Piaciuta.
  • Francesco Andrea Maiello il 17/03/2017 05:59
    ... il dolore aguzza l'ingegno e... forgia l'amore!
  • Walter Tresoldi il 16/03/2017 14:44
    Sembra proprio che la tribolazione non abbia di che essere consolata, su questa terra: solo amando scopriamo dove il globo ride.
    Un concetto be espresso!

1 commenti:

  • Rocco Michele LETTINI il 17/03/2017 09:24
    DA FACEBOOK:
    Stefania Balsamo - Un bambino, un uomo o una donna... che faticano per sopravvivere. Stremati, non conoscono sorrisi, gioia e serenità, impegnati come sono a sostentare la propria famiglia.
    Eppure, il mondo che sa... di fronte a tutto questo non si pronuncia.
    Solo l'Amore, potrebbe fare la differenza nelle loro vite.
    Magnifica riflessione in splendidi versi, che
    denotano una grande sensibilità d'animo, attento come sempre ai bisogni di chi soffre. Grazie ancora una volta per questa tua condivisione e buon week end a te!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0