PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ahi! Ecco le stelle!

"Era una notte così silenziosa e solitaria che pareva quasi di poter udire il suono lontano delle stelle che attraversavano il cielo."

Forse lì, da te, fanno più rumore:
qui non le sento, le stelle.
Lo credevo diagonale, il tempo -
ora tu me lo dici pure trasparente:
non finisco mai di imparare!
Così percepisco anche - come te -
la calma angosciosa che regna
negli angoli delle stanze, come una minaccia,
ma, in questo caso,
cambio stanza, oppure esco, a passeggiare.
Il suono stellare (penso a un cigolio) forse
arriva dallo scivolare della luce sui palazzi in vetro,
alti, dove il cielo solidifica e annega.
Noi no, non anneghiamo - dobbiamo restare a galla
per dovere o per viltà - per comando o per piacere.
Riprenderà quota, ora, la vischiosa sostanza della Luna
e reintrodurrà l'urgenza del pregare,
l'urgenza d'ascoltare solo la preghiera, non la chimera
dell'assurdo trapelare di inganni e di frantumi.

Ti lascio ritornare al navigare,
dopo questa blanda collisione che ci ha illuminati,
nel guardare, per un momento - insieme - in cielo.




In esergo e citazioni nel corpo della lirica: dal romanzo "Kitchen" di Banana Yoshimoto tradotto da Giorgio Amitrano - 1988 - Feltrinelli.

 

2
0 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 23/03/2017 07:14
    Hai osservato con oculatezza quanto ti e' scorso sotto gli occhi...
    superlativa sequela poetica.
    Lieta giornata, Walter
    *****
  • vincent corbo il 23/03/2017 06:48
    Solitudine a Tokyo, tristezza racchiusa in una cucina. Molto suggestiva l'idea della collisione che illumina, leggendo un libro di poche pagine.

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0