PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il bar degli affetti

Leveremo le bibite amare,
rimarranno solo le zuccherose,
succose e armoniose
senza impegni e senza pose.

Non entrava più nessuno.
Le etichette erano scrostate,
le bottiglie erano sbeccate
e dei bicchieri non se ne salvava uno.

Cambiato aspetto, come per dispetto:
le unghie laccate e il vistoso corpetto,
forte l'odore di dolce malvasia.

Ma è solo una fantasia,
ché dopo il dolce viene l'amaro
e gli avventori lo pagano caro.

 

2
3 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 25/07/2017 09:01
    Veramente molto bella. Brava!
  • vincent corbo il 27/03/2017 06:51
    Dolce e amaro, le due facce del destino? Se impareremo ad armonizzare i gusti, la vita si colorerà di nuovi, inaspettati fiori.

3 commenti:

  • silvia leuzzi il 28/03/2017 22:25
    Caro Raffaele che bello ritrovarti, grazie grazie un abbraccione a rileggerci
  • Raffaele Arena il 28/03/2017 05:06
    Come sempre ci delizi con versi agro... dolci. Un abbraccio.
  • silvia leuzzi il 27/03/2017 19:07
    Bella riflessione intorno a questi poveri versi, grazie vincent

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0