PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Un abbraccio

Per caso il modem è acceso
e va captando l'ozio dell'aria fredda
e le titubanze della memoria.
Stai come una cariatide
avvezza a guardare innanzi, fissa.

In un alone minuscolo, incline
a rabbuiarsi e a scagionare l'attimo,
viene intimata una sorta di resa
che puoi ascrivere solo alla povera tua
voce che non vola, se non di speranza.

Ma la resa non viene accettata,
così come vengono negati freddo e buio.
Un dialogo sotterraneo tende a galleggiare,
raggiunge la costa dei sensi
e la vicinanza si solidifica - solo per poco.

Nulla turba, ora, le ferite del silenzio
e s'allargano le pareti scure
del crepuscolo - che tentano l'abbraccio,
il solito abbraccio da cui ti svincoli
praticando salmi, cantici e assenso.

 

3
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • vincent corbo il 29/03/2017 06:36
    Mi sembra la falena attratta e respinta dalla luce.
  • Rocco Michele LETTINI il 28/03/2017 08:05
    UN DILIGENTE QUANTO OCULATO VERSEGGIO.
    LIETA GIORNATA, WALTER.
    *****

1 commenti:

  • Gianni Spadavecchia il 28/03/2017 11:14
    Un abbraccio che cerchi di schivare, non ricevere, da cui vuoi svincolarti.
    Bei versi.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0