PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il viaggio

Andrò dove il tuo cuore viaggia e resta
Dove le nubi fanno il nido come passeri
Che da questa lesione al cuore pigolano
Mescolando scintille di luce, soli esplosi
In un ansimo, multicolore, la vertigine
Ebbra dei giorni, s'io frugassi nell'angolo
Dove si nascondono i tuoi solenni gemiti
Tu, vergine dissoluzione della mia cura
E mentre il giorno inclina dietro arcate
Di mare, un rapido deserto di sabbia fusa
E non mi troverai

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0