PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Nell'inferno

Come lampi le emozioni mi percuotevano l'anima,
niente poteva più fermarmi;
danzai, iraconda nel girone dell'inferno, sfrecciando su una strada a fondo cieco, ove fermarmi l'istante necessario per pugnalare la morte;
poi, fuscello d'ulivo, tornai nelle nostre stanze, dove giaceva il tuo corpo ancora tiepido.

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0