PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Lo spavaldo e il cugino

Era una domenica pomeriggio,
e quattro cugini andarono a giocare
sul grigio dell'asfatto del loro
Vicolo. Loro decisero di giocare in
Un angolo della strada, e uno
di loro spavaldamente disse che
Avrebbe fatto una goleata.
Iniziarono a giocare alla "tedescha",
Quando segnò uno di loro, facendo
Un goal di tacco, questo esultò come
un matto, tanto che chi faceva il portiere
Rimase stupefatto. Dopo tanti goal
Subiti, il portiere aveva gli occhi
Arrossiti dalla rabbia. Dopo un'pò
Ci provò lo spavaldo, che tirando al
Volo mandò il pallone a G. Nevano.
Il povero stupido rimase impietrito,
Mentre un suo cugino inferocito. La
Giornata terminò con un litigio, tra lo
Spavaldo e il cugino.

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0